Pelle vintage è di moda: cosa scegliere per l’inverno 2023/2024

Ogni stagione ha le sue tendenze, basta osservare come cambiano le vetrine dei negozi, i capi sulle passerelle e le pubblicità dei magazines di moda. Tuttavia, a volte più che sperimentare nuovi capi o accessori, si assiste ad un vero e proprio ritorno al passato. Qualcosa che, per certe caratteristiche, viene definita “senza tempo”, provocando una corsa verso la soffitta della nonna o della zia praticamente dall’oggi al domani.  Quest’inverno sembra essere toccata alla pelle: non solo la ritroviamo abbondante su manichini e scaffali, ma le industrie manifatturiere fanno di tutto per accontentare chi eticamente sceglie una moda eco-consapevole. Per questo motivo, abbiamo pensato di chiedere ai nostri esperti di darci delle dritte su come fare shopping – in fondo, i saldi post-natalizi sono dietro l’angolo! Assicurati di leggere questo articolo fino alla fine per sapere tutto quello che c’è da sapere. 

Quando la pelle è entrata nella moda di tutti i giorni?

La cosa sorprendente della pelle è che…esiste nella moda di tutti i giorni sin dai tempi più antichi, quando era utilizzata sia per motivi decorativi che per bisogno. Tuttavia, solo il secolo XX ha visto il tipo di popolarità di massa: a partire dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, la pelle ha acquisito importanza grazie all’associazione delle giacche ai gruppi ribelli, come i motociclisti. Dalle giacche, l’impiego del materiale si è espanso praticamente a qualsiasi altro ambito o accessorio, fino alla popolarità totale che conosciamo oggi. Il picco è avvenuto tra gli anni Ottanta e Novanta, quando la giacca di pelle è diventata inseparabile da icone della musica come Madonna, Michael Jackson e Axl Rose.

Nascita della pelle consapevole

Gli anni recenti invece, hanno dato vita ad un movimento completamente diverso: si parla di pelle e tessuti di tipo sostenibile, che non causano danno alcuno alla natura o al mondo animale. In questo senso, l’industria della moda ha iniziato a impiegare modi alternativi per produrre pelle con un impatto ambientale inferiore, come la pelle realizzata con materiali di origine vegetale. Ecco perché negli ultimi anni sono nati marchi con l’obiettivo di fornire ai consumatori alternative alla pelle di qualità, in modo da dare priorità ad una moda consapevole.

La pelle del 2023 parla vintage

Si avverte un certo tipo di nostalgia

Indossare pelle vintage può evocare un legame con l’era del rock ‘n’ roll degli anni ’70 o i ribelli anni ’80. 

Ha a che fare con un o status culturale

La pelle vintage è spesso associata ai movimenti controculturali del passato. Abbracciare la pelle vintage significa esprimere ribellione, individualismo e allontanamento dalle norme tradizionali.

È uno stile senza tempo

Sembra una contraddizione con il punto che abbiamo appena elencato, ma non lo è: gli articoli in pelle vintage sono allo stesso tempo un capo molto classico. Quando la qualità è una priorità, la pelle vintage presenta design e artigianalità che resiste al tempo, contribuendo a creare un senso di stile duraturo, oltre le tendenze passeggere della moda.

5 capi in pelle (o simil pelle) adatti per la stagione

1. Giacca montone effetto vintage (Mango)

Mago propone una giacca che dominerà l’orizzonte della moda per questa stagione. Con un effetto retro irresistibile, è bella perché, oltre ad essere calda, è davvero adattabile per uno stile casual o più chic, per chi è grunge nel cuore anche nel 2023. Costa così poco perché è in poliestere. 

https://shop.mango.com/it/donna/giacche-e-blazer-giacche/giacca-montone-effetto-vintage_57097711.html 

2. Minigonna a pieghe effetto pelle (Zara)

Nemmeno questo capo, una minigonna, è vintage o vera pelle, ma ci sembrava un’ottima alternativa (soprattutto nel colore whiskey) per chi non ha troppe risorse (o semplicemente non ha voglia di spendere € 200 per una minigonna di pelle vera. 

https://www.zara.com/it/it/minigonna-a-pieghe-effetto-pelle-p03046246.html?v1=276373593&v2=2291233  

3. Giacca in pelle scamosciata con fodera in pellicciotto (H&M)

Di certo sarà molto più calda rispetto alla giacca effetto vintage di mango, ed è adatta per colore che preferiscono uno scamosciato al vintage. Tuttavia, questa è vera pelle e vera lana, ed è il tipo di prodotto che si compra una volta, per ritrovarselo negli anni a venire. 

https://www2.hm.com/it_it/productpage.1203269001.html 

4. Giacca grandad stile blazer in pelle cammello (Asos)

Asos propone di certo il rapporto qualità prezzo migliore. Per chi non ha necessità di comprare un cappotto ma può accontentarsi di una giacca, questo blazer in stile oversized lo vediamo protagonista di molte serate. Perfetto su minigonna vertiginosa o pantaloni e jeans. La nostra parte preferita è il prezzo accessibile!

https://www.asos.com/it/asos-design/asos-design-giacca-grandad-stile-blazer-in-pelle-cammello/prd/202532214#colourWayId-202532215 

5. Spolverino in pelle (Max Mara)

Per chi ha voglia di un capo senza tempo, Max Mara è di certo un punto di riferimento. Abbiamo scelto questo spolverino perché gode di quel taglio androgino, perfetto non solo per chi si identifica o è donna. Inoltre, è uno molto versatile, e la qualità della pelle insieme al colore e al taglio, lo rendono davvero unico.  

https://it.maxmara.com/p-5476023906001-maia-cuoio 

Che differenza c’è tra un capo di pelle, uno vintage e uno effetto vintage?

Un indumento in pelle è di nuova fabbricazione o prodotto di recente. Al contrario, un indumento in pelle vintage ha una certa età (in genere almeno 20 anni) portando con sé il fascino di un’epoca passata. Infine, un capo in pelle con effetto vintage viene intenzionalmente trattato per emulare l’aspetto della pelle invecchiata o usurata attraverso dei processi specifici.

Conclusioni 

La pelle è un tipo di materiale che può essere definito senza età: diventato parte della moda di massa a partire dal secolo scorso, oggi non può mancare dentro l’armadio dei più nostalgici, o di coloro che valutano una moda che va oltre la tradizione. Le tendenze di questo periodo invernale sono tutte di pelle, ma molto spesso con effetto vintage: sembra ancora più necessario emulare quel senso di storia. Abbiamo proposto 5 capi che appartengono a delle diverse fasce di prezzo, proprio perché la pelle può ormai essere abbordabile e alla portata di tutti. E forse, se vogliamo inquadrare questo materiale nel nostro periodo storico, è proprio questo il senso della suo aspetto controculturale: il fatto di poter dare alla possibilità a tutti, anche a chi non può permettersi un capo notoriamente caro, la sua versione più economica nei negozi definiti “fast fashion”.

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*