10 capi androgeni trendy per chi si identifica con diversi generi

Qualche anno fa, vedere un uomo con un accessorio come una borsa – che per secoli è stato di uso esclusivo delle donne – suscitava scalpore. Oggi ci ritroviamo in un’era dove l’omosessualità per fortuna è stata accettata (o tale dovrebbe essere), così da poter permettere a tutti di esprimersi. In effetti, a partire da tempi molto recenti, stiamo assistendo ad una vera e propria rivoluzione di genere, dove l’essere di genere non binario è (o dovrebbe essere) accettato senza problemi. Qual è il riscontro che questo fenomeno sta suscitando nell’ambito della moda? Abbiamo posto questa domanda ai nostri esperti, i quali ci hanno fornito i 10 capi gender fluid da non farsi scappare. Se l’argomento ti interessa, assicurati di leggere questo articolo fino alla fine. Abbiamo messo assieme le informazioni più importanti: in pochissimo tempo saprai tutto quello che c’è da sapere!

La rivoluzione di genere

Che cos’è la rivoluzione di genere? È proprio come dice la parola stessa: uno stravolgimento dell’idea di cosa è il “genere”. Se le femministe hanno lasciato il segno qualche decennio fa, portando avanti delle lotte di tipo sociale e politico volte a guadagnare dei diritti essenziali che venivano negati al loro sesso, oggi si sta facendo molto di più. Appurati i generi binari maschile e femminile, c’è voglia di una libertà di cui prima non si sentiva la necessità. Da qui, la necessità del concetto di gender fluid, cioè un genere che oggi c’è, ma domani potrebbe essere sostituito da un altro. Questo fenomeno ha ormai preso piede in moltissimi settori: basta pensare ai giornalisti che dovrebbero utilizzare il simbolo neutro della ə (“schwa”), proprio per restare neutri nell’appellare un soggetto, a differenza del tipico maschile “o” e femminile “a”. Tutto questo trambusto, naturalmente ha avuto un eco importante anche nel settore della moda. Come? Vediamolo assieme nel prossimo paragrafo. 

Come’è cambiata la moda negli ultimi anni?

Negli ultimi 5 o 6 anni, l’industria della moda ha vissuto cambiamenti significativi, riflettendo gli sconvolgimenti sociali e politi. Abbiamo assistito e continuiamo ad assistere ad uno spostamento nei confronti di una moda neutrale rispetto al genere, o di tipo inclusivo. Non solo lo stile è più fluido, ma sfida le norme tradizionali a testa alta.

Sebbene nel quotidiano o in base alla realtà in cui si vive questo può non essere ancora evidente – vivere in un villaggio sperduto non è lo stesso di essere a New York – basta osservare le passerelle e le campagne pubblicitarie. I modelli non sono più quelli di qualche anno fa, e continuano a contrastare le definizioni tradizionali di cos’è il genere. Di conseguenza, anche le linee di abbigliamento sono più versatili e adattabili a un’espressione più larga e senza confini.

10 capi gender fluid di tipo essenziale 

1. Pantaloni a gamba larga

Con la possibilità di scegliere tra vita alta o vita media, offrono una vestibilità molto confortevole lungo fianchi e sulle cosce. Amiamo questi pantaloni perché si possono abbinare ad una camicia per un look più chic o un top per  chi vuole essere più casual. Zara offre degli ottimi pantaloni a gamba larga a prezzi contenuti.

2. Blazer oversize

Con le spalle larghe, il taglio oversize e un modello di tipo squadrato, è possibile ritrovare in un solo capo il comfort e una silhouette androgina. Perfetto sopra i vestiti, i jeans o per completare un completo in modo più neutro. I nostri blazer oversize preferiti sono da H&M.

3. Magliette con colori neutri

Toni neutri come il bianco, il nero, il grigio o il beige possono adattarsi a varie forme e dimensioni del corpo. Inoltre, è possibile abbinarle praticamente con qualsiasi tipo di outfit. Per trovare la tua T-shirt preferita di qualità, vai da Uniqlo o Muji.

4. Tute

La bellezza delle tute è che adesso possono essere adattate anche per occasioni tra l’informale e il semi-formale (a seconda del tessuto e de design). Le scegliamo per il comfort che consente movimento, e possono essere anche comprate una taglia in più per avere anche più vestibilità ampia. Vai da Forever 21per trovare la tua tuta preferita!

5. Scarpe da ginnastica

Sneakers basse o alte, con piattaforma o meno, in colori neutri o design audaci per una dichiarazione di stile. Abbinale a vestiti, gonne, pantaloni o pantaloncini per un look casual neutro. Il nostro marchio preferito? Adidas.

6. Giacche di jeans

Un capo classico, che tutti dovrebbero avere a casa indipendentemente dall’orientamento sessuale. Ci piace perché è un’ottima giacca che resiste alle mode e tendenze, ma può anche essere adattata. Amiamo le giacche di jeans soprattutto quando completano una gonna o un vestito, oppure su un look casual con jeans e maglietta. (ASOS ha i pezzi migliori). 

7. Cappelli a secchiello

Si possono trovare in tela o cotone, vari colori o fantasie. Li scegliamo perché regalano quel tocco giocoso e unisex su qualsiasi tipo di abbigliamento, e sono perfetti per le giornate di sole. ASOS ha tantissimi modelli, inclusi quelli “da pescatore”. 

8. Borse a tracolla

Si possono considerare un must per chi è impegnato quotidianamente e ha necessità di avere una borsa spaziosa ma di dimensioni compatte. La puoi indossare sul petto o sulla spalla: un accessorio funzionale ed elegante. Vai a cercare la tua preferita da H&M.

9. Felpe con cappuccio e stampe

Al via la creatività: le stampe possono essere audaci o minimaliste, ma di certo sono in grado di rappresentare la tua idea di estetica contemporanea. Indossale da sole o a strati con una giacca per un look rilassato e ispirato allo stile urban. Cerca vari modelli e fantasie da SkatePro. 

10. Camicie abbottonate 

Se puoi averle fatte su misura ancora meglio. In generale, devono essere aderenti sulle spalle e sul petto, con taglio dritto o leggermente affusolato. Adatte sia per occasioni formali che casual, sono facili da abbinare. Mango ha tantissimi modelli a disposizione. 

Conclusioni

Grazia ad una maggiore consapevolezza e accettazione degli individui transgender, il panorama della moda sta diventando sempre più inclusivo. Questa evoluzione comprende un cambiamento culturale più ampio, ma per noi, la cosa più importante è stare bene con se stessi. Prima nella propria pelle e poi con i vestiti che si indossano. 

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*